Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

La capitale del tartufo è Porto Viro

Un successo la 13ª edizione nei locali della scuola di formazione professionale Enaip.

Dimostrazione pratica, concorso, convegno e bancarelle espositive: una grande giornata.

Quando si parla di tartufo, generalmente si pensa subito a località come Alba, Aqulagna o Norcia, ma in realtà, questo preziosissimo tubero è presente da sempre anche nel Delta del Po.
Per celebrarlo degnamente, torna anche quest’anno per la 13ª edizione la “Festa del Tartufo del Delta del Po” che si è svolta ieri nei locali della scuola di formazione professionale Enaip di Porto Viro di via Giuseppe Mazzini numero 169. tartufo1
Organizzata da Città di Porto Viro, Pro loco di Contarina, Le Dune Onlus, Amici del tartufo polesano, Accademia del Tartufo del Delta del Po, Associazione culturale naturalistica Sagittaria, Enaip Veneto di Porto Viro, Centro giovanile salesiano di Porto Viro, Parco Regionale Veneto del Delta del Po, la giornata è iniziata la mattina alle 9 con una dimostrazione pratica di ricerca del tartufo su ring dove si sono poi aperte le iscrizioni per il concorso miglior tartufo nell’area pineta di San Giusto. Subito dopo, i numerosi presenti, hanno potuto assistere ad un interessante convegno sul tartufo del Delta che si è tenuto nella sala Piergiorgio Frassati, all’interno dell’oratorio salesiano di San Giusto.
Dopo i saluti iniziali del direttore Enaip di Porto Viro, Giovanni Amidei, e delle autorità presenti, sono intervenuti il dottor Mirco Avanzo, di Unioncamere del Veneto, il professor Dimer Manzoli, dell’Academia del Tartufo, il dottor Enrico Vicentini, dell’associazione Amici del Tartufo Polesano, il micologo Ermanno Marangon, dell’associazione Micologica Bresadola, il dottor Attilio Geremia, Dirigente Forestale Sfr e infine Cristiano Corazzori, assessore al territorio, cultura e sicurezza Regionale del Veneto.
A mezzogiorno, si è svolta la premiazione per il miglior tartufo e poi tutti al grande buffet con degustazione a base di tartufo e prodotti locali preparato e offerto dagli allievi del corso Operatore della Ristorazione Enaip Veneto di Porto Viro.
Durante l’intera giornata numerose bancarelle espositive con prodotti provenienti dalle regioni limitrofe e locali del Delta del Po e uno spazio per i bambini con giochi gonfiabili sono rimasti aperti ai numerosi presenti. Alle 14.30 è infine intervenuta Alice Mosele, studentessa presso Università degli studi di Padova, tesi di laurea sullo scoiattolo grigio Nord Americano e alle 15 si è tenuta la liberazione dei rapaci curati al Centro di Recupero Fauna selvatica di Polesella.
Durante tutto il weekend, è stato possibile gustare le specialità a base di tartufo presso alcuni partner ristoranti e pizzerie di Porto Viro. Tra questi: I 7 Mari, La Svolta Di Byloos, Zafferano, La Bugia, La Bitta, Al Bacino, L’osteria, La Donada, Dami's, Boomerang, Al Positcino e Hostaria Paiolo.

(Fonte: La Voce di Rovigo)