banner lingue francia

Marie CuriePrima e unica donna a ricevere due Nobel in due campi diversi (Fisica e Chimica), ha fatto anche la governante ha avuto tre alleati nella sua straordinaria vita: la famiglia d'origine, il carattere e il marito.

1 Il polonio, il composto radioattivo che Curie aveva isolato da un minerale chiamato pechblenda (la scoperta da Nobel) si chiama cosi in onore della sua terra, la Polonia.

2 A trent'anni (nel 1897) Marie dà alla luce una bambina, Irène, ma subito la affida alle cure del padre per dedicarsi ai suoi esperimenti. Ha anche una seconda figlia Eve.

3 Nel 1978 la Bbc Polytel ha prodotto una serie televisiva, basata sulla biografia di Marie Curie e scritta dalla figlia Eve, che è andata in onda sulla tv pubblica americana.

4 La scienza ha in sè una grande bellezza: uno scienziato è un tecnico ma anche un fanciullo...

5 Francia meglio della Germania, per la carriera delle donne all'epoca Emmy Noether, illustre matematica fisica tedesca aveva avuto molte più difficoltà ad affermarsi rispetto a Marie.

6 Nonostante i due Premi Nobel e la sua brillante carriera, l'Accademia delle Scienze francese ha rifiutato di accoglierla fra i suoi membri fino al 1979, ma è stata la prima donna ammessa.

7 Non sono mancati pettegolezzi sulla vita di Marie Curie, già vedova: aveva fatto scandalo la sua presunta relazione con il fisico e matematico Paul Langevin, sposato e con quattro figli.

8 Si racconta che Pierre e Marie passasero serate con la Medium Eusapia Palladino: se i raggi escono dalla materia, perchè anche gli spiriti non possono uscire dai corpi?

9 19 aprile 1906 il marito muore travolta da un carro trainato da cavalli impazziti nel traffico.

10 Marie Curie non ha mai brevettato le sue scoperte: voleva cosi permettere ai suoi colleghi di svolgere ricerche approfondite senza alcun tipo di restrizione.

 

Ancora oggi mantiene un primato lungo più di un secolo: Marie Curie è la prima e unica donna ad aver ricevuto due Premi Nobel in due campi diversi.

Marie Curie non ha bisogno di presentazioni: a lei sono dedicati Istituti e vie in molti Paesi anche in Italia, la sua biografia si trova ovunque.

Curiosa, caparbia, introversa e in più assetata di sapere, qualità che la renderanno una beniamina degli insegnanti. Poi la fortuna di appartenenre ad una famiglia di vedute progressiste che ha sempre sostenuto le figlie femmine: lei,  la sorella Bronya.

Terza circostanza della vita: l'incontro con Pierre Curie fisico e matematico francese, che diventa suo marito non solo per amore ma in nome di un rapporto basato sullo studio, sull'interesse per la ricerca e sull'aiuto reciproco.

Un'altra curiosità: la Scienziata durante la Prima Guerra Mondiale si mise al servizio del soldati feriti per effettuare ricerche radiologiche al fronte. 

Morì nel sanatorio di Sancellemoz di Passy, in Alta Savoia.