Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

 

   

   

 

 

 

POR FSE Sequenza per beneficiari RGB

 

CHAINE DES ROTISSEURS : IL VENETO INCONTRA LA SICILIA E PREMIANO GLI STUDENTI DI VICENZA

Eventi Speciali
PIN_PER_VELA
Data: Novembre 2016

Luogo: Villa Damiani  |  Città: Campese, Italia

GLI STUDENTI DI ENAIP VICENZA SABATO 12 NOVEMBRE RICEVONO IL PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO DELLA "CHAINE DES ROTISSEURS" DURANTE LE TRE GIORNATE DI INCONTRI ED EVENTI ENOGASTRONOMICI DAL TITOLO "SICILIA E VENETO AFFINITA’ E DIVERSITA’ GASTRONOMICHE.

I Bailliages “VenetoPalladio” e “Trapani” hanno pensato di promuovere l’amicizia tra i Soci attraverso la conoscenza delle rispettive gastronomie.

In un mondo in cui la cucina è ormai spettacolarizzata, in cui gran parte degli chef vogliono solo stupire con proposte spesso assurde si rischia di perdere la conoscenza di quelle tradizioni (alimenti e tecniche di cucina) che per secoli hanno guidato i ritmi della vita e reso famoso il nostro Paese.
Con questa iniziativa la Chaine des Rotisseurs mira non solo a difendere la tradizione culinaria nelle rispettive regioni ma a diffonderne la conoscenza anche all’esterno approfondendo le motivazioni storiche che hanno portato a far sì che alcuni alimenti siano trattati in modo simile mentre altri subiscano lavorazioni decisamente diverse.

I momenti gastronomici, alcuni “educativi” altri puramente edonistici, sono sostenuti da convegni sulla gastronomia in generale e sulla gastronomia delle rispettive regioni in particolare.

In questo primo anno la cucina veneta ha già incontrato (con successo) i vini siciliani a Trapani il primo fine settimana di marzo 2016 e la cucina siciliana in queste giornate vicentine incontrerà i vini veneti dall’11 al 13 di novembre.

La Chaîne des Rôtisseurs è un’Associazione mondiale di gastronomia fondata a Parigi nel 1950. Essa si consacra alla promozione del buon cibo ed a preservare la convivialità e i piaceri della tavola.
La Chaîne affonda le sue origini nelle tradizioni e nell’operato dell’antica corporazione reale francese degli Ayeurs (coloro che arrostivano solo oche e volatili allo spiedo) - l’oca, volatile pregiato, era un tipo di pollame particolarmente apprezzato nel Medioevo. La sue attribuzioni si espansero progressivamente tanto da includere l’arrosto di tutti i volatili, carni e selvaggina.
La storia della corporazione “des Ayeurs” o “Arrostitori di Oche” risale all’anno 1248. In quell’epoca Luigi IX, successivamente divenuto Luigi il Santo, affidò a Etienne Boileau, il ruolo di Sindaco di Parigi, con l’incarico di riportare ordine nell’organizzazione delle attività commerciali e delle corporazioni. In questo modo sviluppò le sue giovani qualità di apprendista e migliorò la conoscenza tecnica dei membri della corporazione.
Nel corso degli anni, le attività e i privilegi della corporazione des Ayeurs furono estesi alla preparazione e alla vendita di tutti i tipi di carne, tra cui pollame e cacciagione.

La Chaîne des Rôtisseurs rinasce però con tutta la sua forza nel 1950, grazie all'impegno e alla passione di tre gastronomi: Maurice-Edmond Sailland detto Curnonsky, Jean Valby e Auguste Bécart, e di due professionisti di cucina: Louis Giraudon e Marcel Morin. Il loro sforzo e la loro dedizione hanno consentito alla Confraternita odierna di riscoprire e valorizzare queste antiche e nobili tradizioni gastronomiche, restaurandone i principi e condividendoli con tutti i cultori di valori culinari così eccezionali.
Dal 1950, la società si è ingrandita in modo clamoroso, diffondendo la sua influenza e la sua presenza in tutto il mondo. Oggi, la Chaîne comprende sia membri professionisti (quali chefs, proprietari e gestori di ristoranti e hotels) sia membri non professionisti, provenienti da tutto il mondo che condividono lo “spirito” dell’Associazione ed apprezzano il buon vino e l’alta cucina. Questa associazione di persone dedicate alla cucina raffinata, si consacra alla promozione e alla valorizzazione della cultura gastronomica e nello stesso tempo amplia i sui obiettivi focalizzandosi sull’ “arte della tavola”.

L’appartenenza alla Chaîne offre l’opportunità per i nuovi membri di incontrare persone che condividono un interesse comune per il cibo raffinato e per la buona compagnia. Per i membri professionisti, quali chefs, ristoratori e albergatori, l’Associazione offre l’opportunità di dimostrare le proprie capacità eccezionali e la propria creatività ad un pubblico di conoscitori.attenti ed esperti. I membri della Chaîne ricevono uno speciale e caldo benvenuto quando si recano presso la struttura di membro professionista.

Il quartier generale internazionale (Siege Mondial) rimane a Parigi, città in cui fu fondata l’Associazione. Oggi la Chaîne des Rôtisseurs trova ancora le sue origini nelle tradizioni e nelle pratiche dell’antica confraternita francese, nonostante il contesto attuale che la contraddistingue sia internazionale e rappresentato da circa 30 mila membri, provenienti da circa 70 paesi del mondo.
La Chaîne des Rôtisseurs una associazione mondiale del "bien vivre"
La Chaîne des Rôtisseurs, è un Accademia Internazionale di gastronomia, presente in tutto il mondo con i suoi 25.000 associati e rappresenta oggi un punto di riferimento per la ristorazione di eccellenza ed è universalmente riconosciuta quale sinonimo di prestigio per i suoi membri che ne rispettano i suoi principi fondamentali: l’amore per la gastronomia e il valore dell’amicizia.

I valori della Chaine sono numerosi e dimostrano un impegno a:

  • Preservare il cameratismo e piacere della tavola
    Promuovere l'eccellenza in tutte le aree di ospitalità
    Incoraggiare lo sviluppo di giovani chef e sommelier di tutto il mondo
    Condurre concorsi nazionali ed internazionali per mettere in mostra giovani talenti
    Essere uno dei principali attori della diffusione della conoscenza
    Fornire un supporto al cibo e aiuto internazionale a coloro che ne hanno bisogno
    Sviluppare la formazione nel settore Hospitality e Food & Beverage.

La Chaine des Rotisseurs nell'ambito dei suoi scopi associativi premierà sabato 12 novembre durante la CENA DI GALA “LA CUCINA SICILIANA INCONTRA I VINI VENETI” PRESSO IL RISTORANTE   VILLA DAMIANI a Campese di Bassano del Grappa (VI) i giovani futuri chef e maitre della nostra sede di Vicenza che avranno la possibilità di dimostrare la loro competenza durante il servizio di sala. Inoltre, con gli chef professionisti siciliani, apprenderanno a realizzare piatti della tradizione siciliana con i prodotti tipici dell'isola.

Nella giornata di venerdi 11 novembre presso la Biblioteca Internazionale La Vigna di Vicenza gli studenti del quarto anno saranno ospiti dei convegnisti e dei prestigiosi relatori all'incontro dal tema " Sicilia, gastronomia e identità culturale di un popolo mediterraneo" e nella serata protagonisti della CENA DI SAN MARTINO (oca allo spiedo e non solo) PRESSO IL RISTORANTE DA REMO dei confrère Mario e Gianluca Baratto.

Le giornate enaogastronomiche della Chaine des Rotisseurs sono organizzate dai Baillage "Veneto Palladio" e "Trapani" che raggruppano numerosi chef, ristoratori e soci tra i piu prestigiosi delle rispettive regioni. Godono dei patrocini del Consiglio Regionale del Veneto, della Regione Sicilia, del Comune di Vicenza, del Comune di Trapani, della Città di Bassano e del Comune di Curtarolo. Numerose le aziende del settore che sostengono l'iniziativa tra le quali ricordiamo Sirman spa e Latterie Vicentine.

 

 

 

Telefono
0444 326685
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Luogo
Via S. Martino
36061 Campese VI, Italia

 

Google Maps


 

Altre date


  • Novembre 2016
  • Novembre 2016