Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

PHOTO 2020 09 24 10 29 15 1ATTIVITA' DI ACCOGLIENZA CLASSE TERZA VENDITE

Lunedi 21 settembre 2020 Alla scoperta del territorio Conselvano.

I Conselvani lo conoscono perché campeggia al centro del paese, per chi arriva dai paesi vicini annuncia la vicinanza al paese, il campanile di Conselve veglia su di noi e il suono delle sue campane ci avverte nei momenti cruciali della nostra giornata, soprattutto a mezzogiorno!

Stamattina abbiamo voluto visitarlo anche all’interno, scalare i suoi 154 gradini per andare a vedere le campane che presto andranno in restauro e conoscere un po’ meglio la sua storia e quella del Duomo . Non sapevamo molte cose, ad esempio

  • che la prima chiesa di Conselve era stata eretta come luogo di preghiera al tempo della peste
  • che un giovane ragazzo alla fine della guerra lo aveva scalato per issare la bandiera italiana
  • che il suo orologio era l’unico mezzo per veder l’ora dalle campagne

oltre che storia rappresenta un simbolo per il paese.

Al termine della visita, dopo aver gustato un panorama bellissino non possiamo far altro che ringraziare il parrocco di Conselve Don Claudio per l’ospitalità e il Sig, Remigio per il tempo e la passione nel tramandarci la storia.

 

classe TERZA OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA

- Gallery

- COMUNICATO STAMPA -

AL VIA IL PROGETTO “DIGIT-ALI”.
Per le famiglie numerose residenti sul territorio, dalla Regione del Veneto un voucher di 500 euro destinato all’acquisto di dispositivi digitali per la didattica a distanza dei figli. Presentazione delle domande di rimborso entro il 30 ottobre 2020.

 logo famiglie digitali

Martedì 8 settembre, 2020 – Con “Digit-ALI”, progetto finanziato dalla Regione del Veneto e dal Fondo sociale europeo, a disposizione delle famiglie numerose residenti in Veneto un rimborso di 500 euro a fronte dell’acquisto di dispositivi digitali utili per la didattica e la formazione a distanza dei figli: computer fissi, computer portatili, monitor, stampanti, tablet, ma anche periferiche, router, chiavette e dispositivi per la connessione Internet, software… 

In Veneto sono circa 6.000 le famiglie numerose potenziali destinatarie del voucher. Tra i requisiti necessari per accedere al rimborso, la presenza nel nucleo familiare di almeno quattro figli o tre gemelli di età minore di 18 anni e un ISEE non superiore a 40mila euro.
È possibile richiedere il rimborso degli acquisti effettuati a partire dall’1 febbraio 2020 fino al 30 settembre 2020: farà fede la data riportata sulla documentazione fiscale (scontrino parlante, ricevuta, fattura…). La domanda per il voucher può essere invece presentata entro il 30 ottobre 2020.

«Come Regione del Veneto con il progetto abbiamo voluto offrire un supporto indiretto alle famiglie residenti in Veneto, in particolare a quelle numerose, perché crediamo non ci potrà essere ripartenza se i nuclei familiari continuano a impoverirsi – sottolinea Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità – e vogliamo garantire a tutti gli studenti la possibilità di partecipare alle attività di didattica e formazione a distanza». «Stiamo parlando di 2,7 milioni di euro di risorse legate al Fondo sociale europeo e destinate alle famiglie nell’ambito della “manovra anti-Covid” dello scorso luglio».

Al sito www.famigliedigitali.net sono reperibili tutte le informazioni utili in merito alla richiesta del rimborso: dettagli sui destinatari e i precisi requisiti richiesti, i documenti necessari da presentare, fino all’indicazione degli sportelli per la consegna della documentazione in originale. Per le famiglie sarà possibile chiedere chiarimenti anche tramite mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e telefonando ai numeri 049/8658965 o 049/8658955.
La promozione e la gestione del progetto può contare, infatti, su una vera e propria rete creata sul territorio regionale dai suoi partner, a partire dal capofila ENAIP Veneto e dai partner operativi FICIAP Veneto e CNOS FAP Veneto. Grazie ai tre enti di formazione professionale in pochissimo tempo sono stati infatti attivati in tutte le province del Veneto, presso le loro sedi, oltre venti sportelli per la gestione delle domande con il coinvolgimento di circa cinquanta operatori a disposizione del pubblico. A breve sul sito anche un calendario di webinar per illustrare il progetto alle famiglie e fornire loro le ”istruzioni per l’uso” per facilitare la presentazione delle domande.

«Si tratta di un progetto importante e particolarmente significativo all’avvio di un anno scolastico che sappiamo sarà pieno di incertezze, in cui la didattica a distanza potrebbe ripresentarsi di nuovo come unica alternativa possibile – spiega a nome dei partner Giorgio Sbrissa, amministratore delegato di Enaip Veneto -. Per noi la scuola da sempre è anche collaborazione e sinergia con le famiglie, al cui fianco vogliamo lavorare ogni giorno come “buoni alleati”: contribuire alla loro innovazione digitale significa non lasciare indietro nessuno».

Il progetto vede inoltre coinvolti sul territorio: Anci Veneto, Acli Veneto, Forma Veneto, Caritas diocesana Rovigo–Il Manto di Martino onlus, Caritas diocesana Padova – Associazione Adam onlus, Caritas diocesana Vicenza–Associazione Diakonia onlus, Diocesi di Belluno-Feltre, Diocesi Patriarcato di Venezia, Forum Terzo settore del Veneto.

 

PER LA STAMPA :  TESTO SCARICABILE E' DISPONIBILE IN ALLEGATO.

 

famigliedigitali banner siti

 

È un progetto finanziato da Unione Europea, Ministero del Lavoro e Regione del Veneto, dgr 957/2020 - POR Veneto Fondo Sociale Europeo 2014-2020.

2020 09 02 13.21.52

Si è concluso il 28 Agosto in piazza Cesare Battisti a Conselve, il percorso “Manifactory” rientrante nel progetto Bassa Punto, per le politiche giovanili, in collaborazione con i comuni di Conselve, Terrassa Padovana e Bagnoli Di Sopra.

Dei 5 laboratori, 3 sono stati gestiti ed erogati c/o ENAIP Veneto sede di Conselve, di 20 ore ciascuno: Crea e arreda, Ciak si gira e Vesti il futuro.

Nel corso Crea e arreda gli allievi hanno imparato le varie tecniche di lavorazione del legno, finalizzate alla costruzione di elementi per l’arredo degli spazi pubblici. All’interno di questo laboratorio infatti, sono stati realizzati un labirinto per bambini e due panchine.

Nel corso Ciak si gira ci si è focalizzati sulla realizzazione di un cortometraggio con una sceneggiatura ambientata all’interno di una scuola. I ragazzi hanno imparato come effettuare inquadrature e le varie tecniche di ripresa; il montaggio del video e anche a recitare.

Nel corso Vesti il futuro, infine, si sono studiate le basi della moda e la sua evoluzione dal ‘900 ad oggi, ripercorrendo lo sviluppo dei capi di abbigliamento nel tempo. E’ stata realizzata, inoltre, una giornata in collaborazione con OVS di Conselve, che ha messo a disposizione i manichini e i capi di abbigliamento per la creazione di tre outfit per ogni allievo: uomo, donna e bambino.

In occasione dell’evento finale, i partecipanti ai vari corsi hanno potuto ritirare l’attestato di partecipazione e vedere esposte le loro creazioni.

 

MANIFACTORY OK

La collega Chiara Furlan alla guida della nostra sede di Conselve

Con il nuovo anno formativo 2020-2021 prende servizio come responsabile della nostra sede di Conselve la collega Chiara Furlan proveniente da quella di Legnago dove ha avuto incarichi di tutor e coordinatrice. In staffetta con il collega Gianni Stecca che cede il testimone, Chiara rappresentà una novità: la prima volta di una donna responsabile della nostra storica sede del Conselvano.

In allegato il bell'articolo dedicatole dal Il Gazzettino.

Da parte di tutti noi un augurio di buon lavoro a Chiara.

 

Pagina 1 di 4

ARCHIVIO