Banner UNICOMM facebok
 
 
SELEZIONI: MARTEDI 28 SETTEMBRE 2021
ISCRIZIONI ENTRO IL 24 SETTEMBRE 2021
 
 
Periodo del corso: Ottobre - Dicembre 2021 
 
Descrizione della figura professionale: 
 
L’addetto vendite del reparto carni si occupa, a livello esecutivo, della gestione del prodotto in ingresso fino al banco di vendita, curandone il ricevimento, lo stoccaggio, la lavorazione, il confezionamento e la presentazione nonché il rifornimento nel pieno rispetto delle procedure aziendali relative alle diverse fasi di attività e in ottemperanza alle normative commerciali, igienico sanitarie e di sicurezza sul lavoro. Gestisce, ove presente, l’attività di vendita diretta al cliente garantendo, in sintonia con gli obiettivi e le priorità aziendali, il miglior servizio alla clientela. All’interno del punto vendita si rapporta con il capo reparto, gli specialisti di reparto, il gerente, l’addestratore.
 
Struttura del progetto:
 
Formazione professionale - 80 ore 
Sede di erogazione formazione: Enaip Veneto di Padova
Tirocinio nei punti vendita Gruppo Unicomm - 2 mesi  (EMISFERO - FAMILA - MEGA - A&O - CASH & CARRY)
 
Contatti:
 
ENAIP VENETO Sede di Padova, Via Ansuino da Forlì 64/a 
Telefono: 049 8641555
Mail: Esta dirección de correo electrónico está siendo protegida contra los robots de spam. Necesita tener JavaScript habilitado para poder verlo. 
 
 
 
 

 
 
 

Forma Veneto premia gli studenti eccellenti delI’Istruzione e Formazione Professionale della Regione Veneto.

Giovedì 8 luglio 2021 dalle 14.30 alle 16.00 all’Istituto Salesiano San Marco a Mestre (Venezia) la cerimonia ufficiale di proclamazione dei centini alla presenza dell’Assessore Regionale Elena Donazzan.

 100x100talent

 

Sono 173 i giovani “centini” del sistema dell’Istruzione e Formazione professionale che giovedì 8 luglio saranno proclamati da Forma Veneto nel corso di una cerimonia ufficiale, dalle 14.30 alle 16, presso l’Istituto Salesiano “San Marco” a Mestre (via dei Salesiani 15, zona Gazzera).

L’evento, intitolato “100X100 – L’eccellenza dell’Istruzione e Formazione professionale”, è organizzato e promosso da Forma Veneto, l’associazione regionale degli enti di formazione professionale di ispirazione cristiana, di cui fanno oggi parte Cnos-Fap Veneto (Salesiani), Ficiap Veneto, Enaip Veneto, Fondazione San Nicolò, Fedform Veneto (Federazione Enti di formazione), Ciofs-FP, Irigem e Centro Produttività Veneto. Presente in 44 Comuni del territorio, Forma Veneto riunisce e rappresenta oltre il 90% dell'intero sistema regionale.

Oltre a circa 140 degli studenti che hanno raggiunto il traguardo di concludere con il massimo dei voti il loro percorso di studi, nell’aula magna dell’Istituto San Marco, alla cerimonia di giovedì 8 luglio, parteciperanno i rappresentanti delle associazioni di categoria, delle imprese e delle istituzioni che in sinergia con gli enti di formazione lavorano sul territorio regionale per creare una connessione sempre più forte tra la scuola e il mondo del lavoro. L’evento è su invito e i posti sono limitati alla capienza massima consentita in rispetto delle normative anti Covid attualmente in vigore.

A raccontare gli obiettivi dell’iniziativa e proclamare ufficialmente i centini, interverranno:

  • Elena Donazzan, Assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione del Veneto
  • Giorgio Sbrissa, presidente di Forma Veneto e amministratore delegato di Enaip Veneto
  • Alberto Grillai, vicepresidente di Forma Veneto e delegato di Cnos-Fap Veneto.

Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto ed Enrico Carraro, presidente di Confindustria Veneto, faranno giungere il proprio saluto ai ragazzi attraverso un intervento registrato.

La stampa è invitata a partecipare.

ABBIAMO SCELTO DI RISPETTARE L’AMBIENTE!

Come? Con un percorso pianificato e graduale di sostenibilità ambientale nell'operatività di tutti i giorni. Infatti se come scuola siamo impegnati a formare i giovani all'educazione ambientale, alla lotta allo spreco delle risorse e all'acquisizione di comportamenti responsabili, nella scelta dei nostri fornitori ci orientiamo verso coloro che rispettano le nostre linee strategiche di sostenibilità.energia pulita dolomitiEnergia 300x296

Un input importante è l'energia per la quale abbiamo scelto la fornitura di energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti pulite.

Per produrre un chilowattora elettrico vengono bruciati combustibili fossili e di conseguenza emesse in atmosfera importanti quantità di CO2.

La produzione di energia pulita evita l’emissione di CO2 in atmosfera. L' energia elettrica di cui ci serviamo in tutte le nostre 18 sedi del Veneto proveniente da fonte rinnovabile.

In questo modo abbiamo risparmiato l'emissione di 293,5 tonnellate di CO2 nell'atmosfera grazie a "100% Energia Pulita Dolomiti Energia", proveniente dal nostro territorio. Viene prodotta utilizzando  la forza che la natura ci offre, da fonti rinnovabili, con origine tracciata e garantita dal Gestore dei Sevizi Energetici, un ente terzo indipendente che garantisce, tramite il rilascio di appositi titoli (Garanzia d’Origine), la provenienza dell’energia stessa. L’annullamento dei certificati attesta quindi la fornitura di energia proveniente da impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Continua il lavoro della nostra Direzione Approvvigionamenti e Strutture nel selezionare fornitori e prodotti attenti all'ambiente e che rispettino il piano strategico di sostenibilità che abbiamo adottato.

E' il nostro modo concreto per aiutare a migliorare l’ambiente nel quale viviamo e a garantire un futuro migliore alle nuove generazioni, in linea con L'Agenda 2030 - Obiettivo 7

 

agenda 2030 obiettivi sviluppo sostenibile completa 1024x663

LA BELLEZZA DELLA MECCANICA: la  MasterClass dedicata al settore meccanica, alla produzione metalmeccanica e alla formazione dei giovani.

Ne parliamo con i protagonisti del settore e i nostri studenti e formatori delle sedi ENAIP del padovano.

Una Master Class di ENAIP Lab tutta dedicata al settore della meccanica industriale, vero settore trainante dell'economia italiana e veneta, quella di domani 26 maggio a partire dalle ore 10.00 parte in presenza e parte in con collegamento in ZOOM che coinvolgerà ben 130 studenti  delle sedi di Cittadella, Conselve, Padova e Piove di Sacco che ospitano i corsi di Operatore meccanico a qualifica professionale e di Tecnico per la programmazione e gestione di impianti di produzione a disploma professionale.La bellezza della meccanica instagram

In un serrato dialogo con gli studenti e formatori si confronteranno i protagonisti del settore presenti nel territorio patavino e cioè :

FILIPPO PANCOLINI - General Manager CIB Unigas S.p.A. e Vicepresidente di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso, Delegato alle Politiche Industriali

FRANCESCO NALINI - CEO di Carel Group Spa, membro consiglio di presidenza di Assindustria Venetocentro con delega all’ Education e Scuola

ELENA UBERTI - Responsabile Education Scuola Università del Gruppo Giovani Imprenditori Assindustria Venetocentro

L'importanza di questo settore è sottolineata dai dati di assoluta leadership produttiva tanto che solo a Padova e Treviso è presente il 40% del comparto veneto, tra i primissimi in Italia. Infatti l'industria metalmeccanica, con oltre 100mila imprese, è il più importante settore produttivo in Italia e il secondo in Europa dopo la Germania, rappresenta l’8% del Pil nazionale, quasi il 50% dell’export e oltre 1,6 milioni di addetti. Con circa 125 miliardi contribuisce per il 50% al valore aggiunto manifatturiero. Tra Treviso e Padova opera un distretto metalmeccanico aggregato con 9.838 imprese (40,8% del comparto in Veneto) e oltre 100mila addetti (40,1% del totale). Un volume di esportazioni di 11,4 miliardi di euro nel 2019 (+1,5%: Istat), il 41% dell’export metalmeccanico del Veneto, con un incremento del 72% dal 2009 al 2019. Uno dei primi poli meccanici e meccatronici in Italia, cuore del nuovo “triangolo industriale”, impegnato nella trasformazione 4.0. (fonte Assindustria Venetocentro)

Per ENAIP Veneto rappresenta un settore storico per il quale molte sedi sono nate nel dopoguerra e si sono sviluppate, come offerta formativa qualificata, per giovani, famiglie e imprese. Molti dei nostri studenti si inseriscono direttamente nelle imprese del settore dopo lo stage e la qualifica professionale o dopo il diploma magari già avendo firmato un contratto di apprendistato durante lo studio come previsto dai percorsi in alternanza con il Sistema Duale.

Un rapporto di crescita reciproca che questa masterclass vuole ulteriormente rafforzare parlando di esperienze e futuro professionale direttamente con gli studenti.

enaip lab 2

 

Data: mercoledi 26 maggio 2021

Orario: 10.00-11.00

Per informazioni:

Info: Esta dirección de correo electrónico está siendo protegida contra los robots de spam. Necesita tener JavaScript habilitado para poder verlo.     049 8658911

 

Note:

Evento per gli studenti e formatori di ENAIP Veneto

Evento organizzato e gestito nel rispetto dei protocolli anti COVID

 

COMUNICATO STAMPA

MECCANICO DIGITALE TRA LE PROFESSIONI DEL FUTURO

Il Presidente degli Autoriparatori di Confartigianato Imprese Padova Franco Silvestrin: “La nostra associazione sta collaborando da anni con Enaip e altri istituti della provincia, per formare nuovi professionisti al passo con i cambiamenti del mercato”.

Padova, 4 maggio 2021. Il meccanico dell’era digitale trova posto tra le professioni più richieste nel mercato del lavoro post Covid. A segnalarlo è uno studio di Confartigianato – Unioncamere – Anpal che prova a fare il punto sui cambiamenti che avverranno nei prossimi anni.logo UPA PADOVA

Già oggi i giovani che seguono il percorso triennale di qualifica e diploma professionale di autoriparazione e carrozzeria di Enaip, la scuola di formazione professionale che da anni ha avviato una partnership con Confartigianato Imprese Padova, hanno un percorso professionale pressoché assicurato.

L’ente fa sapere, infatti, che l’88% degli studenti del settore automotive risulta occupato ad un anno dal conseguimento del titolo e il 71% applica nel comparto dell’autoriparazione le conoscenze acquisite.

Sono 400 le imprese del settore che collaborano con Enaip, ospitando gli studenti in stage: “L’esperienza che i ragazzi fanno nelle nostre officine permette loro di tradurre in pratica le competenze teoriche che acquisiscono a scuola - spiega il Presidente del Sistema di categoria Autoriparazione di Confartigianato Imprese Padova Franco Silvestrin-. Da anni molti autoriparatori della nostra provincia, sia titolari che collaboratori delle autofficine, mettono a disposizione la loro professionalità per formare questi giovani, dando loro un’opportunità di crescita che va oltre il percorso strettamente teorico, in questo modo contribuiscono a formare nuovi professionisti, in grado di raccogliere il sapere dei loro tutor ma di dare anche il loro contributo in termini di innovazione nei luoghi di lavoro dove si trovano ad operare”.

Il corso di formazione professionale a qualifica professionale EQF3 Operatore autoriparazione e carrozzeria e il Diploma Tecnico meccatronico è strutturato in un triennio che permette di conseguire il titolo di Qualifica Professionale Operatore di autoriparatore e di carrozzeria (3° livello EQF europeo), mentre nel quarto anno si ottiene il Diploma Professionale di Tecnico Meccatronico (4° livello EQF europeo).

Nel percorso triennale di automotive gli studenti imparano ad intervenire nei processi di riparazione dei veicoli a motore sia nelle sue parti meccaniche sia nella riparazione della carrozzeria.

Il quarto anno con l’ottenimento del Diploma Professionale Tecnico meccatronico prepara a ricoprire il ruolo di capo officina e a dirigere un’attività imprenditoriale in proprio, sviluppando la capacità di gestione del gruppo di lavoro, di contatto con il cliente in tutte le fasi di servizio e di presidio delle fasi di preventivazione.

“Grazie al continuo interscambio tra mondo della scuola e mondo del lavoro, che la nostra associazione ha fortemente sostenuto in questi anni – continua Silvestrin- la provincia di Padova risulterà pronta a raccogliere la sfida della formazione di nuove figure professionali, in linea con ciò che il mercato del lavoro richiederà nel prossimo futuro. Di questo dobbiamo ringraziare le aziende artigiane, che hanno contribuito in modo determinante a raggiungere questo importante risultato”.

 

(fonte: Ufficio Stampa Confartigianato Imprese - Padova)

Página 1 de 5