POR FSE Sequenza per beneficiari RGB

RSS Feed

Un’iniziativa benefica dell’impresa sociale diffusa a livello regionale con sedi a Feltre e Longarone, in raccordo con la Provincia di Belluno.


Il cuore ha sempre battuto in ENAIP Veneto ma in questo periodo ancor di più, per gli studenti, le loro famiglie, le aziende del bellunese con cui l’impresa sociale collabora sui territori in strettissima relazione. Attraverso questi legami concreti ,oltre che di “sentimento”, tutti i dipendenti ENAIP nelle 18 sedi del Veneto hanno avviato una raccolta fondi interna devolvendo il corrispettivo economico di ore di lavoro all’iniziativa per la montagna bellunese.
Un’azione tangibile, ravvicinata nel tempo e che si concluderà con la consegna del ricavato nelle mani del presidente della Provincia di Belluno Roberto Padrin in modo che possa destinarla direttamente ad iniziative di sostegno per le famiglie e imprese.BL palazzo provincia BL
Il momento, a causa del Coronavirus, non è semplice per l’intera economia veneta ma sta particolarmente colpendo alcuni territori e alcuni comparti produttivi. Il bellunese è uno di questi, con la montagna già provata dagli eventi metereologici passati e – ora - con il comparto turistico in difficoltà.
«Il Covid ha creato diverse criticità a livello economico e anche sociale. Molte famiglie della nostra provincia in questo anno che definire difficile sarebbe un eufemismo hanno perso il lavoro o ridotto notevolmente il loro reddito. E per molte imprese la ripartenza non sarà affatto scontata – sottolinea Roberto Padrin –. Come amministrazione provinciale abbiamo messo in campo diverse iniziative per alleviare le difficoltà create dalla pandemia, e quindi non possiamo che plaudere a questa iniziativa promossa da ENAIP Veneto che va nella stessa direzione segnata dalla Provincia. Colgo l’occasione per ringraziare fin d’ora i dipendenti per il sostegno concreto. Ancora una volta, oltre agli investimenti in strutture didattiche degli ultimi anni, ENAIP ci conferma l’impegno per il nostro territorio».
In prima linea anche le sedi di Feltre e Longarone, eccellenze locali per i percorsi di formazione professionale per i giovani, gli adulti e le imprese e che quotidianamente accolgono circa 400 studenti tra i 14 e i 18 anni: ragazzi e ragazze che vedono la scuola professionale e le imprese locali come le risorse per il loro futuro personale e professionale nei settori del benessere, meccanico e turistico/ristorativo.
Giorgio Sbrissa, amministratore delegato di ENAIP Veneto rafforza lo spirito dell’iniziativa: “è nata col cuore e con la voglia di andare oltre la semplice vicinanza. Tutti noi siamo coinvolti con lo spirito di libera donazione. Ci sentiamo in dovere rispetto ai tanti studenti, ai colleghi e soprattutto verso le comunità locali che hanno fatto nascere le nostre sedi bellunesi e che nel tempo sono divenute un punto di riferimento per l’educazione e per l’economia del territorio. Un’azione che si aggiunge agli importanti investimenti di ammodernamento delle strutture e dei laboratori che ci hanno impegnato negli ultimi anni sia a Longarone che a Feltre. Un messaggio per dire che: ENAIP nel bellunese c’è e desidera restarci attivamente, con una risposta che coinvolge tutto il Veneto.”
Altre iniziative saranno programmate nei prossimi mesi da ENAIP Veneto per sostenere e diversificare l’offerta formativa coinvolgendo le imprese e le comunità locali, portando anche l’esperienza della rete nazionale ed europea.

 

bl cinque torri inverno

 

(a cura Direzione Comunicazione e Promozione ENAIP Veneto)

La fase finale del primo Social Contest online su Zoom il 2 marzo 2021 dalle ore 12.00

Ci siamo, la fase finale del nostro primo social contest, al quale hanno partecipato gli studenti di ENAIP Veneto delle varie sedi, è arrivato alle premiazioni.
Martedi 2 marzo in diretta Zoom a partire dalle ore 12.00 verranno decretati i video vincitori dopo un'attenta selezione da parte della giuria nominata per l'occasione.
Tre i premi assegnati più la menzione speciale, con la borsa di studio che verrà attribuita al/alla vincitore/trice e che sta suscitando attesa anche a giudicare dai tanti messaggi ricevuti dai numerosi partecipanti.
Molta la creatività generata dai nostri studenti e molteplici i canali social utilizzati : dalle storie su IG ai brevi video su Tik Tok, molti i lavori che hanno avuto come tema “Come stai vivendo l'inizio della scuola e come ti comporti in classe per proteggere te e i tuoi compagni dal COVID19”. In sostanza come si stanno trovando i nostri studenti con la nuova organizzazione, la didattica cambiata con lezioni in presenza e online, le diverse modalità di studio e le relazioni i con i compagni di scuola, con i formatori e i tutor.
Abbiamo chiesto quindi ai nostri studenti di realizzare dei video sulle diverse piattaforme social: Instagram/facebook/tik tok/ecc, taggando ENAIP Veneto.

Per l'occasione avremo come special guest in diretta Francesco Baruto, nostro ex studente della sede di Conselve e tiktoker ( Barutz_fra ) assai conosciuto il quale, oltre a dare una sua testimonianza come studente, ci parlerà della sua esperienza nel mondo digitale di TikTok.

Vi aspettiamo pertanto martedì 2 marzo ore 12.00, su ZOOM.

immagine attesa donne venete e1612351247332 1536x802

--> ISCRIVITI

 

logo ENAIP Veneto CaFoscari FSE RVENAIP Veneto è capofila del progetto, un laboratorio permanente in cui manager, libere professioniste e collaboratrici sperimentano un modello formativo innovativo focalizzato sull’empowerment femminile, sull’ibridazione e potenziamento delle competenze tecniche, sullo sviluppo delle abilità di gestione dei cambiamenti, sullo scambio di esperienze intergenerazionali e sulla costruzione di piani di smart working per una crescita sostenibile nel rispetto delle pari opportunità.

Ca’ Foscari Challenge School affianca le persone e le organizzazioni in percorsi di crescita attraverso molteplici programmi formativi pensati per le esigenze di tutti: neolaureati, professionisti, imprese e organizzazioni.


LEGGI IL PROGETTO COMPLETO QUI


L’obiettivo del webinar sarà sensibilizzare e motivare le persone sul loro agire e essere reattivi in azienda.

 

Questi temi, se fatti propri dai lavoratori, hanno un forte impatto su produttività, coinvolgimento, creatività ed innovazione, così come nella velocità nei processi decisionali, sulla soddisfazione (anche del cliente) creando un minor livello di turnover e facendo diventare lo staff il brand ambassador dell’azienda.

Verranno proposte alle partecipanti attività che si lavorano sul concetto del self empowerment stimolando l’Io desiderante.

Parte del webinar sarà orientata ad investigare:

  1. cosa si reputa essenziale per i risultati propri ed aziendali
  2. perché il lavoro in team può valere di più della somma degli sforzi individuali
  3. quali parti specifiche del lavoro svolto richiedono collaborazione

Nello specifico il webinar formativo andrà a toccare i seguenti temi:

  1. Job Satisfaction: introduzione al tema, delle dimensioni che lo caratterizzano, presentazione del costrutto e delle modalità di analisi e studio
  2. Job Satisfaction: test online per analizzare le caratteristiche dell’aula in termini di importanza data ai fattori che la caratterizzano
  3. Job Satisfaction: case studies di ricerca sul tema, anche in territorio nazionale
  4. Team Working: focus con discussione di gruppo sull’importanza del team working nelle aziende, seguendo il modello promosso da Valdes-Dapena su Lessons from Mars

Relatori

  • Dott. Simone Panizzuti –  Docente Ca’ Foscari Challenge School, Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni e Psicoterapeuta di orientamento Analitico-Transazionale, formatore esperienziale e coach.
  • Dott.ssa Agnese Pierobon – Psicologa sociale  e psicoterapeuta di orientamento gestaltista.

 


 

Alla giornata mondiale per la sicurezza in rete, importante partecipazione degli studenti e dei formatori di ENAIP Veneto.

 

Nella settimana appena trascorsa un importante appuntamento si è svolto su scala internazionale: stiamo parlando della Safer Internet Day (SID) cioè la giornata mondiale per la sicurezza in Rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea, che si celebra il secondo martedì del mese di febbraio. Obiettivo della giornata è far riflettere studenti e studentesse sull’uso consapevole degli strumenti tecnologici e sul ruolo attivo che possono avere utilizzando la rete in modo sicuro e positivo. SOCIAL SID 2021 CopertinaFacebook

Attorno alla giornata del 9 febbraio, data identificata come riferimento per le manifestazioni, i nostri studenti e studentesse hanno partecipato a numerosi eventi online che si sono sviluppati nell'arco dell'intera settimana dall'8 al 12 febbraio.

Questi i numeri che rendono l'idea della nostra partecipazione:

  • 12 sedi su 18
  • 45 classi in 4 annualità
  • 20 interventi
  • 15 giornate complessive
  • 32 ore complessive
  • 13 testimonials/formatori

Complessivamente oltre 650 studenti hanno potuto assistere alle lezioni online e confrontarsi con testimonials, formatori ed esperti del settore affrontando i temi del cyberbullismo, dei video games, del sexting, degli haters, dello shitstorm, della dipendenza da social, la gestione delle amicizie vere e virtuali, dei video. Incontri di due ore pieni, concreti e di qualità, che si sono integrati nel percorso pluriennale già in atto con il progetto ENAIP Veneto sul cyberbullismo.

Un evento particolare si è svolto proprio la giornata del 9 febbraio con la diretta su Twitch con 250 nostri studenti di 4 sedi collegati in contemporanea con gli ambassador Kurolily, Kafkanya e Terenas intervistati da Gregorio Ceccone di Social Warning e che hanno portato le loro esperienze personali e professionali nel mondo digitale. 

Un particolare ringraziamento va a Social Warning, il progetto di Movimento Etico Digitale fondato da Davide Dal Maso e creato per rendere consapevoli ragazzi e genitori attraverso una rete capillare di formatori-volontari in tutta Italia. 

Per conoscere la Safer Internet Day consigliamo di visitare il sito https://www.saferinternetday.org/ mentre per approfondire il progetto Social Warning potete trovare le informazioni cliccando qui https://socialwarning.it/

Ricordiamo che il Safer Internet Day 2021 ha riguardato ben 150 paesi in tutto il mondo esclusivamente con la modalità online. Centinaia le scuole italiane coinvolte cosi come migliaia gli studenti partecipanti agli incontri programmati, compresi anche quelli dedicati ai genitori e alle famiglie.

Appuntamento al prossimo anno con l'edizione 2022 e raccomandiamo : INFORMATI E SICURI SU INTERNET!

 

 

"CAPILLUM" : un progetto dal sapore internazionale che fa del bene alle persone e fa bene all'ambiente. 

Protagonisti gli studenti del settore Acconciatura della nostra sede di #Feltre guidati dalla docente Celine Masset.

Venerdì 12 febbraio alle ore 12:00, si terrà la conferenza di presentazione del Progetto di #economia #circolare e #sostenibilità #ambientale “Capillum”.
Il progetto, realizzato in collaborazione con Confartigianato Belluno, prevede la raccolta presso i saloni di acconciatura del “rifiuto capelli” per riciclarlo e impiegarlo in vari settori quali #cosmesi e #agricoltura e in programmi di #bonifica degli #oceani.

Appuntamento pertanto su Zoom a partire dalle ore 12.00 

 

Per informazioni sul progetto :


ENAIP VENETO - sede di Feltre
Tel: 0439/300237
Email: Esta dirección de correo electrónico está siendo protegida contra los robots de spam. Necesita tener JavaScript habilitado para poder verlo. 


#enaipveneto #feltre #ConfartigianatoBelluno #Capillum #riciclo #acconciatori #formazioneprofessionale #qualificaprofessionale

 

capillum feltre

FORMAZIONE. APERTO OGGI A PADOVA IL CORSO DI FALEGNAMERIA PER IL PERSONALE DELL’ESERCITO.

DONAZZAN, “MODELLO DI SOLIDA E FATTIVA COLLABORAZIONE TRA REGIONE ED ESERCITO”

Comunicato n° 116 Regione Veneto
(AVN) – Venezia, 1 febbraio 2021

L’assessore alla Scuola e Formazione del Veneto, Elena Donazzan, ha partecipato oggi in mattinata, presso la sede ENAIP di Padova, alla cerimonia di apertura del corso di formazione in falegnameria, rivolto al personale dell’Esercito Italiano di stanza nel territorio regionale. Per l’Esercito erano presenti il Colonnello Mattia Zuzzi, Comandante del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza (TV), e per ENAIP Veneto l’amministratore delegato Giorgio Sbrissa. donazzan esercito w

Il corso in falegnameria, rivolto a 15 militari e della durata di 200 ore, si colloca nell’ambito del Protocollo d’Intesa siglato a Verona nel mese di giugno 2020 tra il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto e la Regione del Veneto per l’attivazione di percorsi formativi professionalizzanti per giovani appartenenti alla Forza armata da impiegare in azioni umanitarie, sia in ambito nazionale che internazionale. Le attività prevedono la formazione di figure professionali di ‘elettricista ed installatore di impianti elettrici in impianti civili’, ‘muratore in pietra e mattoni’, ‘installatore di impianti termici nelle costruzioni civili’, ‘carpentiere e montatore di carpenteria metallica’, ‘idraulico nelle costruzioni civili’ e, appunto, ‘falegname’.

“Questo corso, che segue a quello per fabbri che tra ottobre e dicembre ha consentito a 12 militari di conseguire 4 brevetti per saldatura ciascuno, fornirà ai 15 partecipanti importanti nozioni di natura teorica e pratica, incrementando le competenze tecniche del personale militare impiegato in numerose operazioni, sia in Italia che all’estero – ha affermato l’assessore Regionale Elena Donazzan nel suo intervento -. Un progetto che sarà condotto da ENAIP Veneto, eccellenza nel campo della formazione professionale, grazie ad un investimento regionale complessivo di circa 50 mila euro”.

ENAIP Veneto, infatti, è il fornitore identificato dalle procedure di evidenza pubblica per i corsi di saldocarpenteria (concluso a dicembre) e di falegnameria. Il corso di falegnameria prevede, oltre alla formazione obbligatoria di sicurezza lavoratori e sicurezza attrezzature, la formazione per manutenzione degli infissi, realizzazione di un manufatto utilizzando attrezzi manuali, disegno tecnico e lavorazioni CNC, posa serramenti e lettura scheda tecnica prodotti.

“Questo è solo l’inizio di una significativa collaborazione tra la Regione del Veneto e le Forze Armate che ci auguriamo sempre più forte – conclude Donazzan -. È un'altra tangibile testimonianza della solida cooperazione tra Regione ed Esercito, che contribuirà fattivamente a rafforzare le competenze delle donne e degli uomini in divisa presenti sul nostro territorio”.

 

panoramica eservito donazzan

 

Página 1 de 20

ARCHIVIO