Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

banner left en 2

LIFE FOSTER - Formazione, educazione e comunicazione per ridurre il numero degli sprechi alimentari nell'industria della ristorazione

 

Titolo progetto: LIFE FOSTER - Formazione, educazione e comunicazione per ridurre il numero degli sprechi alimentari nell'industria della ristorazione
logo foster

Codice progetto: LIFE17 GIE/IT/000579

Programma/Canale di finanziamento: LIFE 2017

Data inizio e data fine: 01/09/2018 – 31/12/2021

Link sito web del progetto: www.lifefoster.eu

Link ai social del progetto:
Instagram: https://www.instagram.com/life_foster_project/
Facebook: https://www.facebook.com/LifeFosterEU

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCAXU1IQMelL6rfbFHYahoKQ

 


Partner

Enti di formazione professionale:

ENAIP NET Impresa Sociale - Coordinator (Italy), 

Agence nationale pour la formation professionnelle des adultes - AFPA (France), 

Confederación Española de Centros de Enseñanza - CECE (Spain), 

Institute of Tourism Studies - ITS (Malta) 

Industria & associazioni di categoria:

Federazione Italiana Cuochi - FIC (Italy), 

Malta Business Bureau - MBB (Malta) 

Partner scientifico:

Università degli Studi di Scienze Gastronomiche - UNISG (Italy) 


OBIETTIVI 

Il progetto LIFE FOSTER mira a ridurre gli sprechi alimentari nella ristorazione, concentrandosi su concentra tre ambiti principali: formazione ed educazione, prevenzione e comunicazione.

LIFE FOSTER promuove azioni dirette e indirette volte alla sensibilizzazione riguardo il problema degli sprechi alimentari e sulla corretta conservazione degli alimenti e ha scelto di puntare sul settore della ristorazione, responsabile del 12% sul totale del cibo sprecato ogni anno in Europa.

LIFE FOSTER andrà ad integrare le altre iniziative già esistenti e sarà l’anello mancante della catena: unirà il rispetto per i produttori e quello per i cittadini.

ATTIVITÀ

Il progetto sviluppa iniziative integrate i cui risultati verranno diffusi dai partner in altri contesti regionali, nazionali ed Europei.

  • Preparazione di 410 formatori provenienti da 4 diversi Paesi europei (IT, FR, ES, MT): il loro compito è di focalizzare e descrivere operativamente le tecniche di diminuzione degli sprechi del processo alimentare;
  • Sviluppo di un metodo funzionale per monitorare e valutare la riduzione degli sprechi alimentari e per misurare l’impatto del progetto;
  • Trasmissione delle tecniche di diminuzione degli sprechi del processo alimentare a circa 6.700 studenti in 4 diversi Paesi europei;
  • Partecipazione degli studenti agli stage e ai tirocini, in cui saranno coinvolte di 3.600 imprese unitamente a circa 10.000 operatori del settore della ristorazione;
  • Organizzazione di 16 stand fieristici in tutta Europa (100.000 i possibili visitatori), di 6 seminari tecnici e attività pratiche per i cuochi (circa 1.200 persone coinvolte);
  • Creazione di 4 tavoli di lavoro nazionali con le istituzioni (IT, FR, ES, MT);
  • Realizzazione di materiale promozionale e di sensibilizzazione sulla tematica;
  • Creazione di una rete con altri progetti Life che affrontano tematiche similari e organizzazione di eventi di networking

I NUMERI DEL PROGETTO

  • 70 centri di istruzione e formazione professionale coinvolti

  • 500 formatori da educare

  • 7.000 studenti da formare

  • 3.600 aziende e 10.000 professionisti coinvolti

  • 20 stand fieristici e 100.000 visitatori coinvolti

  • 6 seminari tecnici e organizzazione di attività pratiche

  • 1 incontro con la piattaforma dell’UE sulle perdite e gli sprechi alimentari

  • 4 tavoli istituzionali nazionali e 200 istituzioni politiche coinvolte

  • 1 sistema di monitoraggio della riduzione dello spreco alimentare

  • 1 rete con altri progetti UE sullo spreco alimentare