Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

olimpiadi 2019Articolo sul mattino di Padova  14 APRILE 2019

La fabbrica del futuro si contende i talenti meccatronici
La gara fra istituti tecnici e professionali di Padova e Treviso avvicina gli studenti alle aziende. Pronte a contenderseli
«Sono i giovani le vere tecnologie abilitanti, dobbiamo aiutarli a sviluppare i loro talenti». È il messaggio della quinta “Olimpiade dei Talenti Meccatronici” organizzata dal Gruppo Metalmeccanico di Assindustria Venetocentro che si è svolta ieri alla Zf di Selvazzano, un’eccellenza meccanica, leader nei sistemi di propulsione e componenti per tutti i tipi di imbarcazioni. 
 
L’INDUSTRIA 4.0
 
«L’impresa del futuro ha fame di talento» ha spiegato Mario Ravagnan, Presidente Gruppo Metalmeccanico di Assindustria Venetocentro «e oggi 136 ragazzi hanno toccato con mano quell’Industria 4.0 di cui sentono tanto parlare. Ne hanno visto spazi, tecnologie, persone, processi. Un’esperienza importante per avvicinare due mondi, quello della formazione e del lavoro, che necessitano di nuove e solide sinergie».
 
I VINCITORI
 
Tre i riconoscimenti assegnati, dopo un’intera giornata che ha visto impegnati gli studenti di 18 tra istituti tecnici e professionali delle province di Padova e Treviso. A vincere nelle categorie “Istruzione tecnica” e “Istruzione professionale” sono stati gli istituti Giorgi Fermi di Treviso e il Galilei di Conegliano mentre il Cfp Enaip di Padova, con il team composto da Ismail Aubelaid, Dan Dogaru, Souhail Ghannem, Michele Toniato ha ottenuto il primo premio nella categoria formazione professionale. 
 
I protagonisti
 
«È stata una sfida difficile, soprattutto in alcuni passaggi», ha detto Dan Dogaru, del terzo anno di Meccanica Industriale dell’Enaip di Padova. «Io e i miei compagni di team abbiamo fatto squadra, mettendo insieme le nostre idee e le cose che ci insegnano a scuola. Dopo il diploma voglio fare il metalmeccanico e un’esperienza come questa mi ha insegnato davvero molto». Obiettivo centrato dunque per una competizione pensata proprio per consolidare la relazione virtuosa tra formazione e impresa ma pure per scoprire i giovani talenti della meccatronica e dell’Industria 4.0, in un’area, come il Nord Est, che nei prossimi tre anni (2019-2021) metterà a disposizione oltre 22 mila posti di lavoro. 
 
L’augurio
 
«Agli Olimpionici della Meccatronica vanno i complimenti di Federmeccanica e il mio più grande in bocca al lupo per il loro futuro», ha dichiarato Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica, presente alla premiazione. «Dalle nostre ultime indagini è emerso che il 48% delle aziende metalmeccaniche ha difficoltà a reperire personale specializzato. A questo si aggiunge il fatto che un’azienda su cinque si dichiara non soddisfatta delle competenze del personale assunto. Tutto ciò evidenzia ancora una volta un marcato scollamento tra le conoscenze acquisite nel percorso di istruzione e le competenze che servono alle imprese. Uno scollamento a cui l’ultima legge di bilancio non ha saputo dare risposte, anzi riducendo in maniera consistente le ore di alternanza scuola lavoro». —
 
Tags:

Olimpiadi dei Talenti Meccatronici 2019


Alla quinta edizione delle “Olimpiadi dei Talenti Meccatronici” hanno partecipato gli Istituti Tecnici e Professionali delle provincie di Padova e Treviso, mobilitate dal Gruppo Metalmeccanico di Assindustria Venetocentro. L’iniziativa ha quindi coinvolto gli studenti del 3^ anno del settore meccatronico della Scuola di Formazione Professionale ENAIP Veneto di Padova.

La competizione ha avuto come scopo, quello di consolidare un legame unico e collaborativo tra la formazione e le imprese del settore, per scoprire i nuovi talenti della meccatronica e dell’Industria 4.0, mettendo alla prova le loro competenze.
I team in gara sono stati 34 con 136 studenti provenienti dagli Istituti Tecnici e Professionali e dalla nostra Scuola di Formazione Professionale di Padova. L’incontro si è svolto il 12 aprile 2019, presso la ZF Padova di Selvazzano Dentro, parte sul territorio della multinazionale tedesca ZF spa, leader della meccanica e nei sistemi di propulsione e componenti per le imbarcazioni.
L’interessamento geografico riguarda il NordEst italiano che nel settore prevede una crescita di 22mila posti nei prossimi tre anni, nello specifico figure professionali come: ingegneri, ingegneri, progettisti, tecnici della gestione processi produttivi e conduttori di impianti.

La gara si è svolta con diverse prove:
1) Teoria sulla sicurezza, disegno tecnico, processo produttivo, controllo numerico e lean manufacturing;
2) Prova esperienziale con l’analisi di un componente di ZF e del processo produttivo;
3) Presentazione delle proposte progettuali dei team finalisti (11) alla giuria, composta da imprenditori e tecnici.

I ragazzi dell’ENAIP Veneto di Padova del settore meccatronico sono arrivati primi classificati per la categoria IeFP.

«I giovani hanno dimostrato competenza e passione per la cultura tecnica declinata trasversalmente sulla progressiva digitalizzazione dei processi produttivi e dell'innovazione tecnologica ma anche di quelli gestionali, commerciali e del marketing nella relazione continua con i clienti. È un approccio nuovo, che supera le tradizionali specializzazioni e che deve diventare parte della formazione dei futuri esperti della meccanica avanzata fin dai banchi di scuola» così ha commentato Antonella Candiotto, vicepresidente di Assindustria Venetocentro per le Relazioni sindacali, Sicurezza e Ambiente.

57019620 2082237538490789 8322456930886877184 n

Pagina 1 di 29