Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

LA FATICA DI UN'IMPRESA - CONFRONTO CON SANDRO DONATI ED ALEX SCHWARZER

La fatica di un'impresa.donati schwazer

Confronto con i testimonial Sandro Donati ed Alex Schwarzer

Un incontro che da solo vale l'esperienza della visita a JOB Orienta 2018 quello proposto allo Spazio Show da ENAIP Veneto GIOVEDI 29 NOVEMBRE dalle 14.30 alle 15.15 con Sandro Donati e Alex Schwarzer sul delicato tema del doping, dello sport business e dei valori stessi che animano atleti e tanti appassionati.

Ma anche la fatica di rialzarsi dopo aver commesso errori e ricominciare, con una nuova prospettiva esaltante quanto quella - se non di più - di vincere un titolo, una gara, un campionato: quella di diventare ambasciatori e testimonial per lo sport sano, pulito, vero. 

Vi invitiamo tutti a questo incontro speciale che siamo sicuri lascerà il segno a molti giovani e non solo.

----------

Sandro Donati (Monte Porzio Catone14 giugno 1947) è un allenatore di atletica leggera italiano.

Maestro dello sport, è noto soprattutto per le sue battaglie contro il doping nell'atletica leggera, nel calcio e nel ciclismo e per aver denunciato gli scandali dell'atletica italiana avvenuti nella metà degli anni ottanta.[1] Precedentemente, dal 1977 al 1987, è stato allenatore della nazionale di atletica leggera dell'Italia, ma fu sollevato da tale incarico dopo la denuncia della frode attuata dai giudici del salto in lungo in occasione dell'ultimo salto di Giovanni Evangelisti durante i campionati del mondo del 1987 tenutisi a Roma.[2] Ha inoltre scritto diversi libri riguardanti il doping ed è stato a capo del settore Ricerca e Sperimentazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano dal 1990 al 2006. Nel 2015-2016 allena il marciatore Alex Schwazer[3], sospeso per doping (peraltro egli sostiene che a seguito di una sua denuncia alla WADA sia stato possibile pescarlo nel 2012 nella rete del doping) e che ha terminato la squalifica per uso di epo e anabolizzanti il 29 aprile 2016

Alex Schwazer (Vipiteno26 dicembre 1984) è un ex marciatore italianocampione olimpico della 50 km a Pechino 2008.

Dopo essere risultato positivo ad un controllo anti-doping alla vigilia dei Giochi olimpici di Londra 2012, venne squalificato dal Tribunale Nazionale Antidoping fino al 29 aprile 2016. Rientrato in attività in occasione dei Mondiali a squadre di marcia 2016, vince la 50 km ottenendo la qualificazione per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016. Il 22 giugno 2016 viene comunicato alla FIDAL che Schwazer risulta nuovamente positivo ad un controllo anti-doping su un campione di urine prelevatogli in un controllo a sorpresa il 1º gennaio 2016 (la sostanza dopante sarebbe testosterone).[1][2] Per questo la IAAF (Federazione Internazionale di atletica leggera) decide di sospenderlo in via cautelare in attesa della decisione finale.[3][4] Il 10 agosto 2016 il TAS (Tribunale Arbitrale dello sport), considerata la seconda violazione delle norme antidoping, squalifica l'atleta per 8 anni.[4][5] Come diretta conseguenza della squalifica, oltre a non poter partecipare ai Giochi olimpici di Rio 2016, tutti i suoi risultati sportivi del 2016 sono stati cancellati.[6]

----------

Evento aperto a tutti con ingresso libero -  Il nostro stand è al PADIGLIONE 7 AREA N