Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

IL GRANDE SUCCESSO DELLA SFILATA DI MODA - FELTRE

"Entusiasmante" è l’unico aggettivo adatto all’evento tenutosi la sera di sabato 20 gennaio a Pedavena presso la birreria.  

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Un lavoro certosino delle docenti di acconciatura Celine Masset e Linda Gorza di Enaip Feltre, coordinati dalla regista Lara Rossa, ha portato a sfilare presso la sala Veranda della famosa birreria di Pedavena una cinquantina di modelli e modelle. Tutti giovani e volenterosi studenti, capitanati dalle più celebri Letizia Bacchiet, miss Veneto e terza classificata a miss Italia 2009, oltre che docente Enaip e alla giovanissima Laura Coden, arrivata seconda nell’ultima edizione della manifestazione che incorona la regina della bellezza italiana.

Image 5

Per più di un’ora i ragazzi hanno sfilato tra due ali di folla stimata oltre le quattrocento persone, in un elegante défilé che ha ripercorso le mode del secolo scorso, con un tema dominante: meno guerra più moda, per ricordare, anche in un momento di festa, il centenario della fine della Grande Guerra che tanto ha fatto soffrire il popolo feltrino. 

Sono così passati in passerella eleganti signore di inizio secolo nei loro bustini da Belle Époque, giovanotti in smoking, l’unico capo di abbigliamento immutato negli anni, fino ad arrivare agli abiti più moderni e grintosi degli anni ’80, passando appunto per i due conflitti mondiali. Non sono infatti mancati nel red carpet i giovani alpini del gruppo “sentinelle del Lagazuoi”, un barbuto ufficiale austriaco con dama sotto braccio, a ricordo dell’occupazione del feltrino dopo Caporetto e una giovane Tina Merlin staffetta partigiana.

Ogni modello era rigorosamente pettinato secondo i canoni della moda dell’epoca dalle abili mani dei giovani acconciatori della scuola Enaip di Borgo Ruga: “Abbiamo cercato di recuperare immagini e notizie di come si usava portare i capelli nei vari periodi storici” commenta la docente Gorza:” un lavoro interdisciplinare che ha permesso ai ragazzi di studiare più materie quasi senza rendersene conto” aggiunge la collega Masset.

Image 3

L’esperienza della regista Lara Rossa ha creato l’atmosfera necessaria per toccare un argomento delicato come la guerra senza cadere nella facile retorica o peggio risultare offensivo nei confronti dei ragazzi che l’hanno combattuta:” sapevo di utilizzare un fil rouge pericoloso, il tema era difficile, ma le sfide difficili fanno crescere molto dal punto di vista professionale” commenta la regista e aggiunge” ho trovato dei ragazzi disponibili, con tanta voglia di mettersi in gioco e soprattutto preparati dal punto di vista professionale”.

Ultime, e tanto attese nella passerella la docente Enaip Letizia Bacchiet, in elegante tailleur, giornale sottobraccio e Motorola a rappresentare la grintosa donna manager degli anni novanta e dulcis in fondo la giovanissima Laura Coden che indossava un abito creato appositamente per l’evento, che rappresentava metaforicamente il moderno mondo della comunicazione globale.

Sponsor dell’evento, oltre alla birreria Pedavena, Adriano Lio, industriale dell’occhiale con il noto marchio Liò che ha così commentato la sfilata:” Ho da subito sposato la causa di questo lavoro, credo molto in questa scuola, se posso aiuto volentieri i ragazzi e la passione di queste giovani docenti merita tutto il mio aiuto”.

La serata si è conclusa con uno scrosciante e meritato applauso ai giovani protagonisti e ai loro docenti oltre le immancabili foto di rito con le bellissime e disponibilissime miss.