Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

Chaine des Rotisseurs : il Veneto e la Sicilia si incontrano e premiano gli studenti di Vicenza.

GLI STUDENTI DI ENAIP VICENZA SABATO 12 NOVEMBRE RICEVONO IL PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO DELLA "CHAINE DES ROTISSEURS" DURANTE LE TRE GIORNATE DI INCONTRI ED EVENTI ENOGASTRONOMICI DAL TITOLO "SICILIA E VENETO AFFINITA’ E DIVERSITA’ GASTRONOMICHE.

I Bailliages “VenetoPalladio” e “Trapani” hanno pensato di promuovere l’amicizia tra i Soci attraverso la conoscenza delle rispettive gastronomie.

In un mondo in cui la cucina è ormai spettacolarizzata, in cui gran parte degli chef vogliono solo stupire con proposte spesso assurde si rischia di perdere la conoscenza di quelle tradizioni (alimenti e tecniche di cucina) che per secoli hanno guidato i ritmi della vita e reso famoso il nostro Paese.
Con questa iniziativa la Chaine des Rotisseurs mira non solo a difendere la tradizione culinaria nelle rispettive regioni ma a diffonderne la conoscenza anche all’esterno approfondendo le motivazioni storiche che hanno portato a far sì che alcuni alimenti siano trattati in modo simile mentre altri subiscano lavorazioni decisamente diverse.

I momenti gastronomici, alcuni “educativi” altri puramente edonistici, sono sostenuti da convegni sulla gastronomia in generale e sulla gastronomia delle rispettive regioni in particolare.

In questo primo anno la cucina veneta ha già incontrato (con successo) i vini siciliani a Trapani il primo fine settimana di marzo 2016 e la cucina siciliana in queste giornate vicentine incontrerà i vini veneti dall’11 al 13 di novembre.

La Chaîne des Rôtisseurs è un’Associazione mondiale di gastronomia fondata a Parigi nel 1950. Essa si consacra alla promozione del buon cibo ed a preservare la convivialità e i piaceri della tavola.La Chaîne affonda le sue origini nelle tradizioni e nell’operato dell’antica corporazione reale francese degli Ayeurs (coloro che arrostivano solo oche e volatili allo spiedo) - l’oca, volatile pregiato, era un tipo di pollame particolarmente apprezzato nel Medioevo. La sue attribuzioni si espansero progressivamente tanto da includere l’arrosto di tutti i volatili, carni e selvaggina.
La storia della corporazione “des Ayeurs” o “Arrostitori di Oche” risale all’anno 1248. In quell’epoca Luigi IX, successivamente divenuto Luigi il Santo, affidò a Etienne Boileau, il ruolo di Sindaco di Parigi, con l’incarico di riportare ordine nell’organizzazione delle attività commerciali e delle corporazioni. In questo modo sviluppò le sue giovani qualità di apprendista e migliorò la conoscenza tecnica dei membri della corporazione.
Nel corso degli anni, le attività e i privilegi della corporazione des Ayeurs furono estesi alla preparazione e alla vendita di tutti i tipi di carne, tra cui pollame e cacciagione.

La Chaîne des Rôtisseurs rinasce però con tutta la sua forza nel 1950, grazie all'impegno e alla passione di tre gastronomi: Maurice-Edmond Sailland detto Curnonsky, Jean Valby e Auguste Bécart, e di due professionisti di cucina: Louis Giraudon e Marcel Morin. Il loro sforzo e la loro dedizione hanno consentito alla Confraternita odierna di riscoprire e valorizzare queste antiche e nobili tradizioni gastronomiche, restaurandone i principi e condividendoli con tutti i cultori di valori culinari così eccezionali.
Dal 1950, la società si è ingrandita in modo clamoroso, diffondendo la sua influenza e la sua presenza in tutto il mondo. Oggi, la Chaîne comprende sia membri professionisti (quali chefs, proprietari e gestori di ristoranti e hotels) sia membri non professionisti, provenienti da tutto il mondo che condividono lo “spirito” dell’Associazione ed apprezzano il buon vino e l’alta cucina. Questa associazione di persone dedicate alla cucina raffinata, si consacra alla promozione e alla valorizzazione della cultura gastronomica e nello stesso tempo amplia i sui obiettivi focalizzandosi sull’ “arte della tavola”.

L’appartenenza alla Chaîne offre l’opportunità per i nuovi membri di incontrare persone che condividono un interesse comune per il cibo raffinato e per la buona compagnia. Per i membri professionisti, quali chefs, ristoratori e albergatori, l’Associazione offre l’opportunità di dimostrare le proprie capacità eccezionali e la propria creatività ad un pubblico di conoscitori.attenti ed esperti. I membri della Chaîne ricevono uno speciale e caldo benvenuto quando si recano presso la struttura di membro professionista.

Il quartier generale internazionale (Siege Mondial) rimane a Parigi, città in cui fu fondata l’Associazione. Oggi la Chaîne des Rôtisseurs trova ancora le sue origini nelle tradizioni e nelle pratiche dell’antica confraternita francese, nonostante il contesto attuale che la contraddistingue sia internazionale e rappresentato da circa 30 mila membri, provenienti da circa 70 paesi del mondo.
La Chaîne des Rôtisseurs una associazione mondiale del "bien vivre"
La Chaîne des Rôtisseurs, è un Accademia Internazionale di gastronomia, presente in tutto il mondo con i suoi 30.000 associati e rappresenta oggi un punto di riferimento per la ristorazione di eccellenza ed è universalmente riconosciuta quale sinonimo di prestigio per i suoi membri che ne rispettano i suoi principi fondamentali: l’amore per la gastronomia e il valore dell’amicizia.

I valori della Chaine sono numerosi e dimostrano un impegno a:

  • Preservare il cameratismo e piacere della tavola
    Promuovere l'eccellenza in tutte le aree di ospitalità
    Incoraggiare lo sviluppo di giovani chef e sommelier di tutto il mondo
    Condurre concorsi nazionali ed internazionali per mettere in mostra giovani talenti
    Essere uno dei principali attori della diffusione della conoscenza
    Fornire un supporto al cibo e aiuto internazionale a coloro che ne hanno bisogno
    Sviluppare la formazione nel settore Hospitality e Food & Beverage.

Nella giornata di venerdi 11 novembre presso la Biblioteca Internazionale La Vigna di Vicenza gli studenti del quarto anno saranno ospiti dei convegnisti e dei prestigiosi relatori all'incontro dal tema " Sicilia, gastronomia e identità culturale di un popolo mediterraneo" e nella serata protagonisti della CENA DI SAN MARTINO (oca allo spiedo e non solo) PRESSO IL RISTORANTE DA REMO dei confrère Mario e Gianluca Baratto.

La Chaine des Rotisseurs nell'ambito dei suoi scopi associativi premierà sabato 12 novembre durante la CENA DI GALA “LA CUCINA SICILIANA INCONTRA I VINI VENETI” PRESSO IL RISTORANTE VILLA DAMIANI a Campese di Bassano del Grappa (VI) i giovani futuri chef e maitre della nostra sede di Vicenza che avranno la possibilità di dimostrare la loro competenza durante il servizio di sala. Inoltre, con gli chef professionisti siciliani, apprenderanno a realizzare piatti della tradizione siciliana con i prodotti tipici dell'isola.

Le giornate enaogastronomiche della Chaine des Rotisseurs sono organizzate dai Baillages "Veneto Palladio" e "Trapani" che raggruppano numerosi chef, ristoratori e soci tra i piu prestigiosi delle rispettive regioni. Godono dei patrocini del Consiglio Regionale del Veneto, della Regione Sicilia, del Comune di Vicenza, del Comune di Trapani, della Città di Bassano e del Comune di Curtarolo. Numerose le aziende del settore che sostengono l'iniziativa tra le quali ricordiamo Sirman spa e Latterie Vicentine.