Usiamo i cookie per offrire un'esperienza affidabile e personalizzata sul sito di ENAIP Veneto. Visitandolo, accetti il nostro uso dei cookie.

A PORTO VIRO, MARTEDì 20 MARZO ALLE 11.00 Il SINDACO MAURA VERONESE INCONTRA GLI STUDENTI DEL CENTRO ENAIP DI PORTO VIRO.

Porto Viro, 20 marzo 2018 - Prosegue il progetto “Il sindaco in classe” di Enaip Veneto.

p1010064

Tra i prossimi appuntamenti quello con il sindaco Maura Veronese che nella mattinata di martedì 20 marzo incontrerà i giovani studenti del centro di formazione professionale Enaip di Porto Viro (via Giuseppe Mazzini, 169). L’iniziativa, che vede coinvolte, nel corso dell’anno scolastico, tutte le venti sedi dell’ente distribuite nel territorio regionale, ha l’obiettivo di far incontrare i ragazzi delle classi terze con le più alte cariche istituzionali locali, per far crescere in loro il senso civico e sensibilizzarli all’importanza di essere cittadini attivi ed “educati” all’interno di una comunità, nel rispetto di leggi e regole condivise.

A “tornare” in classe dunque per un giorno, il primo cittadino di Porto Viro, che risponderà alle domande e curiosità degli studenti sull’importante ruolo politico da lui rivestito, ma anche su quali siano i progetti e le iniziative della città dedicati ai giovani.

Da parte loro gli allievi Enaip racconteranno al sindaco l’esperienza che stanno vivendo nel percorso di studio scelto e lo guideranno poi nella visita al centro, che si snoderà tra le aule e i laboratori.

L’ente veneto è da sempre impegnato in iniziative tese a sensibilizzare gli studenti sui temi della cittadinanza attiva e della prevenzione: si va dal percorso di formazione con la Protezione Civile per diventare futuri volontari, alla collaborazione con la Polizia di Stato per educare a comportamenti corretti e responsabili sulla strada, nonché a orientare i ragazzi ai consumi sostenibili aderendo negli anni alla campagna “Mi illumino di meno”.

A Porto Viro sono circa 200 studenti che frequentano i corsi proposti da Enaip per “operatore  elettrico", "operatore meccanico", "operatore alla riparazione dei veicoli a motore" e “operatore alla ristorazione”.

Nella provincia di Rovigo (oltre alla sede di Porto Viro, Enaip è anche a Rovigo) sono complessivamente circa 800 gli studenti iscritti ai corsi di Enaip Veneto.
Numeri significativi, che confermano il trend positivo di questi ultimi anni e dicono come siano sempre più numerosi i ragazzi e le famiglie che scelgono la formazione professionale, riconoscendone oltre al valore formativo le concrete potenzialità occupazionali. Pure in questa congiuntura di crisi, infatti, l'80% degli studenti qualificati Enaip a un anno dalla qualifica trova occupazione; nel 68% nei casi si tratta peraltro di un lavoro coerente con il titolo conseguito.

EnAIP Veneto è un’impresa sociale senza scopo di lucro promossa dalle ACLI e attiva dal 1951 nell’ambito della formazione professionale. Presente in tutte e sette le province del Veneto con oltre venti sedi operative, progetta ed eroga prodotti e servizi di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro.

Porto Viro

Partenza il 22 febbraio e collegamenti quotidiani con “La Voce di Rovigo”, quattro pedalatori pronti a conquistare il Mekong al motto di “Delta chiama Delta”. 

E’ quasi tutto pronto per la partenza dei Free Bikers alla volta del Vietnam, che gireranno in sella alle loro bici all’insegna del motto “Delta chiama Delta” (il nostro Po e il Mekong). Quattro amici (Vittorio Cacciatori, Mauro Garbin, Vincenzo Mancin e Mario Mantovan) stanno perfezionando gli ultimi preparativi e coinvolgendo le scuole portoviresi per una diretta col paese asiatico, mentre loro saranno là il 22 febbraio. “La Voce di Rovigo” accompagnerà i Free Bikers nel loro viaggio lungo il Delta del Mekong, fornendo loro del materiale per gli incontri pubblici e attraverso una serie quotidiana di collegamenti in diretta sul portale www.polesine24.it e servizi sul nostro quotidiano.

Un primo incontro l’hanno fatto all’Auser, con una classe terza del corso di “Operatore della ristorazione: indirizzo preparazione pasti”: durante la diretta Skype gli studenti prepareranno dei piatti seguiti dal loro docente Stefano Fregnan, con prodotti che accomunano il nostro Delta al Vietnam, principalmente riso e pesce. Fregnan ha avvisato i ragazzi: “Quando sarete nel mondo del lavoro userete tanti prodotti asiatici”. Mauro Garbin ha spiegato agli studenti: “I vietnamiti vogliono aprirsi al turismo e apprezzano questi progetti. Siamo accomunati dal riso, per noi il carnaroli e per loro il basmati, e da acque ricche di pesce. Viaggeremo lungo la costa, e faremo conoscere la nostra cultura; loro hanno gamberi e crostacei, soia, farina di riso, e cucine alternative proiettate al futuro. Faremo filmati tra la gente, per le strade ricche di street food e nei ristoranti, e ve li faremo vedere al ritorno”. Giovanni Amidei, preside dell’Enaip ha evidenziato: “Il riso è la coltura principe del loro sostentamento, e voi ragazzi presenterete la nostra modalità di preparazione nella diretta dalla sala Eracle”. Un secondo incontro i viaggiatori ecosostenibili lo hanno tenuto con la 4B del professor Daniele Bergantin del Turistico del “Colombo”, alla quale spetterà invece il compito di descrivere il nostro territorio dal punto di vista geografico e delle bellezze naturali. Anche il Vietnam ha molti siti insigniti del riconoscimento di Riserva MaB Unesco come il nostro Delta. 

Pagina 1 di 2